venerdì 2 novembre 2012

007 Dal passato al presente




Sebbene il personaggio di James Bond sia una figura letteraria e pertanto di pura fantasia, il suo creatore, Ian Fleming ne scrive una accurata biografia che riporta al capitolo 21 del suo penultimo romanzo, Si vive solo due volte, per mezzo di un appassionato necrologio scritto dall'ammiraglio Miles Masservy, altrimenti noto come M, direttore del Secret Intelligence Service (SIS). Altri riferimenti possono essere tratti dai romanzi e racconti dei successori di Fleming.
James Bond nasce nel mese di novembre del 1924 da genitori borghesi, Andrew Bond di Glencoe, scozzese, e Monique Delacroix, svizzera del cantone di Vaud. Il padre è rappresentante all'estero della ditta Vickers e pertanto la prima educazione di Bond si svolge all'estero, dove apprende perfettamente la lingua francese e quella tedesca. Bond ha undici anni quando i suoi genitori rimangono uccisi in un incidente alpinistico sopra Chamonix. Il giovane Bond viene allevato da una zia, Charmian Bond, in un villaggio vicino a Canterbury, Kent, dove quest'ultima ne cura l'educazione fino a fargli raggiungere una preparazione tale da farlo entrare, durante l'adolescenza, a Eton, dove il padre lo aveva iscritto dalla nascita. Dopo soli due anni, Bond viene però espulso a causa di una relazione con una cameriera. La zia riesce allora a iscriverlo a Fettes, scuola del padre, dove il giovane raggiunge risultati eccellenti sia scolasticamente che nel campo dello sport, fortemente incentivato dalla scuola. Sebbene incline alla solitudine, Bond riesce a crearsi solide amicizie nei circoli sportivi tradizionali della scuola.

Terminati gli studi, all'età di diciassette anni, nel 1941, grazie all'aiuto di un amico del defunto padre, entra in quello che sarebbe poi divenuto il Ministero della Difesa, dichiarandosi più vecchio di due anni. Accordatogli il grado di tenente del Servizio Speciale del Royal Naval Volunteer Reserve e a prova dei suoi servizi soddisfacenti, termina la guerra con il grado di Comandante. Classificato prima con il numero 7777 e poi come 007, lavora a Hong Kong e in Giamaica, prima della missione al Casino Royale. Qui Bond vince la partita contro l'agente sovietico Le Chiffre, ma le esperienze che seguono sono così drammatiche che inducono Bond a dubitare delle proprie certezze.
Dopo anni di lotta contro la SMERSH, il reparto eliminazioni del KGB, responsabile dell'aver indotto al suicidio l'amata Vesper Lynd, Bond vede nascere nuovi nemici, uno su tutti Ernst Stavro Blofeld e la sua SPECTRE che nel gennaio 1962 gli uccidono la moglie, Tracy De Vicenzo, il giorno stesso delle nozze. Sconvolto e depresso, Bond cerca vendetta e, durante una missione in Giappone, la ottiene. Rimane però vittima di un'amnesia e rimane per qualche tempo in un'isoletta del Giappone con l'amante Kissy Suzuki che, a sua insaputa, rimane incinta, mentre a Londra è dato per morto.
Riappare dal suo capo un anno dopo e tenta di ucciderlo. Si scopre infatti che era stato sottoposto a lavaggio del cervello dai sovietici. M, che si fida di lui, lotta per rimetterlo in forma e lo spedisce a uccidere "l'uomo dalla pistola d'oro". Bond torna totalmente ristabilito. Dopo varie missioni, una donna che non dimenticherà (l'agente svizzero "Flicka" Von Grusse) e dopo aver per breve tempo assunto il comando di una sezione speciale del SIS, Bond torna nel suo pieno vigore negli anni novanta affrontando nuove missioni e nuovi nemici, come l'erede della Spectre, l'Unione di Le Gérant, che arriva perfino a farlo dubitare della sua stessa innocenza, e nuovi alleati, come Barbara Mawdsley, la nuova M, che diventerà per lui figura guida come era stato l'ammiraglio Messervy.


I nemici

Exquisite-kfind.png
Principale nemico di 007 era inizialmente lo SMERSH, una sezione (del NKVD prima e del MVD poi) dei servizi segreti sovietici incaricata di eliminare le spie occidentali ed i nemici del comunismo. Sempre nei romanzi, come avversario principale di Bond, lo SMERSH venne sostituito dalla SPECTRE, una potente organizzazione criminale comandata da Ernst Stavro Blofeld, famoso per il suo gatto bianco e per il fatto che il suo volto venisse tenuto talvolta volutamente in ombra nei film.
A causa di svariati problemi legali attualmente la EON Productions non ha i diritti per utilizzare nei propri film la SPECTRE e i personaggi ad essa legati. Con l'impossibilità di utilizzare Blofeld e la SPECTRE, la EON Productions da Solo per i tuoi occhi è costretta a inventarsi nuovi nemici per Bond, che da allora affronta così con valore terroristi internazionali, trafficanti d'armi, ricchi signori dei media degenerati e numerosi altri. I nemici di Bond rientrano quasi sempre in un determinato cliché (svelano il loro piano a Bond per narcisismo, catturano ma non uccidono il protagonista e così via) e si accompagnano a curiosi guardaspalle e bellissime donne che, il più delle volte, finiranno per tradirli preferendo loro il fascino di Bond.








Le Bond girl



« Se c'era una cosa che davvero toccava l'animo di James Bond era essere sorpassato con velocità da una bella ragazza... »
(Da Al servizio segreto di sua maestà di Ian Fleming)
Le bond girl sono una delle caratteristiche portanti della serie (accusata anche di sessismo) e in genere Bond riesce a sedurne almeno due ad episodio per poi trovarsi solo con l'ultima (in ordine di apparizione) in teneri atteggiamenti alla fine del racconto.
James Bond è nel linguaggio comune sinonimo di seduttore impagabile ma anche lui, nella sua lunga carriera, ha incontrato donne che gli hanno cambiato per sempre la vita. La prima è Vesper Lynd, la seconda la contessa Teresa Di Vicenzo. La morte tragica di entrambe segnerà per sempre la vita di Bond. L'unica bond girl ad aver avuto un figlio da Bond è stata Kissy Suzuki, morta di cancro alle ovaie anni dopo la relazione con Bond. Nei film, anche personaggi come Paris Carver, sua ex-fidanzata, e Camille Montes, che in parte riesce a fargli accettare il passato, suscitano in Bond sentimenti profondi.







Gli interpreti di James Bond al cinema


Agente speciale con licenza di uccidere, James Bond ha avuto sul grande schermo i volti di diversi attori. L'interpretazione rimasta nella memoria collettiva è da attribuire sicuramente a quella dell'attore scozzese Sean Connery che interpretò il personaggio di Fleming nei primi cinque film, finché non se ne ritenne stanco e divenne un problema per la produzione scritturarlo. Questa interpretazione è riconosciuta quasi unanimemente da pubblico e critica come la migliore tanto che Connery è diventato, nel tempo, l'icona del personaggio di Fleming.
George Lazenby, il secondo 007, fu il protagonista soltanto di Al servizio segreto di Sua Maestà, film che, malgrado una sceneggiatura di ottimo livello (007 vi affronta uno dei suoi nemici più celebri e c'è il breve matrimonio di Bond), non ebbe il successo sperato poiché il ricordo di Connery oscurò la discreta prova d'attore di Lazenby.
Dopo l'effimero ritorno di Connery nel fim successivo, il personaggio passa a Roger Moore, che lo interpretò ben sette volte dal 1973 al 1985, dandone un'interpretazione molto ironica e riuscendo a sua volta a far amare il personaggio.
Al contrario di Moore, il successore Timothy Dalton, non ebbe tempo di conquistarsi il favore del pubblico, perché, dopo due soli film, la serie subì un'interruzione di diversi anni e lui perse la voglia di riprendere il ruolo: consegnò allora il testimone a Pierce Brosnan, che, nei suoi quattro film di enorme successo, col suo stile ed una certa somiglianza fisica si avvicinò a Connery.
L'interprete più recente è stato Daniel Craig, che con Casino Royale fa ricominciare da zero la saga, creando un nuovo Bond, più realistico, non invincibile ma anche più cupo (riscuotendo un gran successo sia di pubblico che di critica). La MGM ha previsto l'uscita di un nuovo film nelle sale per il 9 novembre 2012. Bond sarà di nuovo interpretato da Daniel Craig.

Doppiatori italiani

Quanto ai doppiatori italiani, il James Bond interpretato, nei primi film, da Connery, Lazenby e Moore, fu doppiato sempre da Pino Locchi. Il Bond di Timothy Dalton ebbe invece la voce italiana di Michele Gammino, mentre quello impersonato da Brosnan è stato doppiato da Luca Ward. Infine è di Francesco Prando la voce dell'ultimo James Bond, Daniel Craig.









Filmografia
No. Titolo italiano Titolo originale Anno James Bond Box-Office ($) Budget Box-Office adeguato ($)
1 Licenza di uccidere Dr. No 1962 Sean Connery 59.600.000 1.000.000 407.135.099
2 Dalla Russia con amore From Russia with Love 1963 Sean Connery 78.900.000 2.500.000 531.930.392
3 Missione Goldfinger Goldfinger 1964 Sean Connery 124.900.000 3.500.000 831.189.354
4 Thunderball: Operazione tuono Thunderball 1965 Sean Connery 141.200.000 11.000.000 924.747.936
5 Si vive solo due volte You Only Live Twice 1967 Sean Connery 111.600.000 9.500.000 689.313.772
6 Al servizio segreto di Sua Maestà On Her Majesty's Secret Service 1969 George Lazenby 87.400.000 7.000.000 491.297.547
7 Una cascata di diamanti Diamonds Are Forever 1971 Sean Connery 116.000.000 7.200.000 590.883.950
8 Vivi e lascia morire Live and Let Die 1973 Roger Moore 161.800.000 7.000.000 751.786.936
9 L'uomo dalla pistola d'oro The Man with the Golden Gun 1974 Roger Moore 97.600.000 7.000.000 408.415.415
10 La spia che mi amava The Spy Who Loved Me 1977 Roger Moore 185.400.000 14.000.000 631.155.445
11 Moonraker - Operazione spazio Moonraker 1979 Roger Moore 210.300.000 34.000.000 597.588.016
12 Solo per i tuoi occhi For Your Eyes Only 1981 Roger Moore 195.300.000 28.000.000 443.238.613
13 Octopussy - Operazione piovra Octopussy 1983 Roger Moore 187.500.000 27.500.000 388.365.963
14 Bersaglio mobile A View to a Kill 1985 Roger Moore 152.400.000 30.000.000 292.194.423
15 Zona pericolo The Living Daylights 1987 Timothy Dalton 191.200.000 40.000.000 347.223.239
16 Vendetta privata Licence to Kill 1989 Timothy Dalton 156.200.000 42.000.000 259.871.451
17 GoldenEye GoldenEye 1995 Pierce Brosnan 353.400.000 60.000.000 478.388.582
18 Il domani non muore mai Tomorrow Never Dies 1997 Pierce Brosnan 346.600.000 110.000.000 445.505.171
19 Il mondo non basta The World Is Not Enough 1999 Pierce Brosnan 390.000.000 135.000.000 482.935.174
20 La morte può attendere Die Another Day 2002 Pierce Brosnan 457.000.000 142.000.000 522.917.176
21 Casino Royale Casino Royale 2006 Daniel Craig 594.600.000 102.000.000 608.148.153
22 Quantum of Solace Quantum of Solace 2008 Daniel Craig 586.090.000 230.000.000 586.090.000
23 Skyfall Skyfall 2012 Daniel Craig
150.000.000

Cartone animato

Esiste anche un cartone animato, James Bond Junior, in cui il protagonista è il nipote del famoso agente segreto.


 Auto : 



















Style :

 
 Cocktail :


Location : 
 

Locandine :
 





















Amedeo Liberatoscioli